Matteo Laudato - geologo Matteo Laudato - geologo divide
PROFILO PROFESSIONALE

Laureato in Geologia del Territorio e delle Risorse presso l’Università degli Studi di Roma Tre, abilitato alla professione di geologo.
Ho accumulato una notevole esperienza (2anni) in campo su siti di bonifiche ambientali riguardanti effrazioni carburante sugli oleodotti e depositi carburante ENI.
Ho quindi una discreta pratica nell’uso di strumentazione specifica, nell’esecuzione di sondaggi geognostici, monitoraggi ambientali (acque e terreni) anche in presenza di enti (ARPA), rimozione terre inquinate, e nell’installazione di impianti di bonifica.
In precedenza ho ricoperto un ruolo di ufficio occupandomi della gestione di bonifiche ambientali su punti vendita carburante Total Erg.

Attualmente lavoro per la Zonabit Sistemi e sto svolgendo attività di supporto tecnico per l’assistenza clienti sui software per la produzione dell’orario scolastico e dei turni di lavoro.
divide

Abilitazione alla professione di Geologo conseguita il 23/07/2015.

Esperienza nello studio delle problematiche legate al rischio del Radon Indoor e nel campionamento di gas rilasciati dal suolo.

Patente pilota Droni (SAPR), classe VL

Matteo Laudato - geologo Matteo Laudato - geologo
ESPERIENZE LAVORATIVE E DI STUDIO
Matteo Laudato - geologo Matteo Laudato - geologo Esperienza nello studio delle problematiche legate al rischio del Radon Indoor e nel campionamento di gas rilasciati dal suolo.

  • Esperienza maturata già durante gli studi universitari:

    TESI TRIENNALE: Studio di rilevamento geologico dell’area di Vallerano-Fonte Laurentina (Roma sud) e studio geochimico al fine di analizzare le concentrazioni di Radon di alcuni campioni della sequenza deposizionale dei Colli Albani. Misure del Radon Indoor in uno stabile della zona residenziale di Vallerano al fine della comprensione del rischio radon.

    TESI MAGISTRALE: Studio del degassamento, Radon, Toron e CO2, nell’area di Fiumicino (Roma).


    NELL’ANNO 2015: Analisi del gas Radon Indoor mediante dosimetri CR-39 in edifici privati siti in zona Vallerano (Roma)
  • Matteo Laudato - geologo
divide
I prodotti di decadimento del radon si trovano nel particolato atmosferico presente negli ambienti chiusi che l’uomo trattiene nei bronchi. Questo può provocare un danno al DNA dei tessuti polmonari a causa dell’energia rilasciata dalle particelle alfa emesse durante il decadimento. Pertanto può accadere che una parte del DNA resti danneggiata favorendo l’insorgenza di tumori. Ovviamente maggiore è l a quantità di radon presente negli ambienti chiusi maggiore è il rischio di danneggiamento del DNa e quindi il rischio di tumore. Tra il danno al tessuto e l’insorgere di un tumore possono trascorrere anni o decenni. L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro dell’OMS nel 1988 ha classificato il radon e i suoi prodotti di decadimento fra le sostanze per le quali vi è la massima evidenza di cancerogenicità per l’uomo (gruppo 1).

divide



Per prendere contatto con me, richiedere un preventivo o altre informazioni puoi scrivere una email a
casella di posta
divide





Matteo Laudato - geologo